Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

Braga: aderiamo all'appello dei sindacati per fermare le morti sul lavoro

21 Settembre 2022

In questi giorni 𝗖𝗚𝗜𝗟, 𝗖𝗜𝗦𝗟 e 𝗨𝗜𝗟 hanno lanciato un appello rivolto a tutte le forze politiche che si presentano alle elezioni di domenica prossima, 25 settembre, per ribadire il fermo impegno di ciascuno a contrastare la continua strage di morti sul lavoro. Come candidata della lista del Partito Democratico aderisco convintamente a questo appello. Le vittime e gli incidenti sul lavoro sono una piaga sociale che dobbiamo combattere insieme, con forza. Non a caso ho iniziato questa campagna elettorale partendo proprio dal dramma delle morti sui luoghi di lavoro. Salute e sicurezza sul lavoro sono temi fondamentali sui quali il PD è fortemente impegnato. In questi anni grazie al lavoro del ministro Andrea Orlando si sono fatti importanti passi in avanti: è stato rafforzato l’organico dell’Ispettorato nazionale del Lavoro, che nel giro di pochi mesi crescerà del 65%; dal 1 settembre hanno preso servizio 691 nuovi ispettori del lavoro e 401 funzionari amministrativi, per aumentare il numero dei controlli e verificare l’applicazione delle norme da parte di imprese e lavoratori. Ma questo, lo dicono i numeri, non basta. Dobbiamo fare ancora di più nella lotta al lavoro nero e sommerso, rafforzare i controlli e diffondere le misure e le buone pratiche che abbiamo previsto per alcuni settori: penso alla battaglia vinta sul Durc di congruità sulla manodopera in edilizia, alle norme contro il subappalto selvaggio approvato nella legge appalti. Serve insistere nella piena applicazione della Legge sul caporalato, approvata in questa Legislatura, e rendere meno precario e meglio retribuito il lavoro, combattendo lo sfruttamento che colpisce soprattutto i più vulnerabili. Serve insistere affinché si diffonda la cultura della sicurezza sul lavoro come elemento base sia per gli imprenditori che per i singoli lavoratori. Per me e per il Partito Democratico questa della 𝘀𝗶𝗰𝘂𝗿𝗲𝘇𝘇𝗮 𝘀𝘂𝗹 𝗹𝗮𝘃𝗼𝗿𝗼 è una 𝗽𝗿𝗶𝗼𝗿𝗶𝘁𝗮̀ e un 𝗱𝗼𝘃𝗲𝗿𝗲 nei confronti delle persone che ogni giorno escono di casa per andare a lavorare. Per vivere, non per morire.


Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30

Rassegna stampa