Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

Fassino: Lukashenko va fermato ma l’Europa sui migranti rafforzi la cooperazione - intervento de Il Mattino

13 Novembre 2021

Migranti, Italia chieda a Ue e Unhcr di attivare azione umanitaria




Leggi l'intervista

"Dal confine tra Polonia e Bielorussia immagini raccapriccianti di violenza e disumanità verso donne, bambini e persone inermi. L'Italia chieda a Unione europea e Unhcr di attivare subito un'azione umanitaria. Non si sia inerti di fronte a tanto dolore e sofferenza". Così su Twitter il presidente della Commissione esteri della Camera dei deputati, Piero 
Fassino


MYANMAR, FASSINO: PARLAMENTI AGISCANO SU DIRITTI UMANI

"Il rispetto dei diritti umani e della democrazia sono condizione irrinunciabile per garantire pace, stabilità e sicurezza. Da 11 mesi in Myanmar quei diritti sono violati e l'assetto costituzionale democratico è stato sospeso. Una situazione di fronte alla quale i nostri Parlamenti non possono rimanere inerti". Lo ha dichiarato il Presidente della Commissione Esteri, Piero 
Fassino, intervenendo oggi all'11mo Meeting dell'Asian Parliamentary Partnership (ASEP) dedicato al tema della partnership parlamentare per la pace e lo sviluppo sostenibile. "Il principio di non interferenza negli affari interni di un Paese - ha dichiarato il Presidente Fassino - non può in alcun modo giustificare la passività e l'inerzia di fronte alla perdurante violazione dei diritti delle donne e degli uomini birmani, violazione che non può essere tollerata proprio in nome di quei principi di pace e sicurezza ripetutamente invocati nel corso di questa Conferenza di rappresentanti parlamentari, eletti per garantire i diritti e la libertà dei cittadini." Fassino ha perciò espressamente invitato l'Assemblea ASEP ad adoperarsi nelle sedi opportune per chiedere fermamente l'applicazione dei 5 punti indicati nella piattaforma Asean e dedicati alla soluzione del problema birmano, fra cui la nomina di un Inviato Speciale per promuovere il dialogo tra la giunta militare e le forze di opposizione e favorire il ripristino dell'ordine costituzionale democratico. "Anche per questo - ha concluso il Presidente Fassino - sarebbe coerente inserire nella Dichiarazione finale del Meeting uno specifico riferimento al rispetto dei diritti umani". 


Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3 4 5 6
7 8 9101112 13
14 15 16 17 181920
21 22 23 24 25 2627
28 29 30

Rassegna stampa