Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

Mirabelli: sconfitto l’assalto al governo - intervista de La Discussione

21 Maggio 2020



On. Mirabelli, Palazzo Madama in 160 bocciano la mozione del centrodestra contro il Guardasigilli, 158 quella della Bonino. A favore votano rispettivamente 130 e 124 parlamentari. Il PD ha salvato Bonafede anche per responsabilità di Governo?

Abbiamo votato con convinzione contro le mozioni per ragioni di merito e di metodo. È evidente il tentativo delle opposizioni di usare un tema tanto importante e tanto delicato come quello della giustizia per provare a far cadere il governo scommettendo sulle differenze che convivono in una maggioranza di coalizione. Tentativo fallito. La maggioranza ha risposto in modo coeso. Certo, in un momento così difficile per il Paese dispiace che l’opposizione non abbia ritenuto di concentrarsi sui problemi concreti.

Nessun’ombra per voi su Bonafede?

Bonafede ha chiarito ogni punto e la vicenda Di Matteo è stata ormai sviscerata in ogni sua parte. Ci sono stati limiti nella gestione del DAP che ha creato una serie di problemi ma noi, mentre Salvini presentava mozioni di sfiducia, abbiamo messo subito in campo due decreti che stanno già funzionando per impedire la scarcerazione di altri detenuti per reati di mafia.

Avete però chiesto a Bonafede un cambio di passo rispetto al passato, cosa vuol dire?

È chiaro a tutti che oggi Bonafede è ministro di un Governo diverso di quello giallo verde e che la discontinuità con quello precedente deve essere maggiore di quanto sia stata finora. Gli abbiamo chiesto di prendere atto che oggi c’è una maggioranza diversa, serve un’agenda che parta dalla revisione del processo penale, della prescrizione, una riforma del processo civile, del sistema carcerario e alcune leggi per noi importanti sui diritti dei cittadini, a partire da quella contro l’omofobia.

Bonafede vi ha dato garanzie su questo?

Si, ha dimostrato grande apertura, almeno per ora, ma io penso che non ci saranno problemi.

Il leader d’Italia viva alla fine ha votato con la maggioranza Ieri l’incontro Boschi-Conte a Palazzo Chigi è stato determinante.

Non avevo dubbi che alla fine Renzi avrebbe votato con la maggioranza di cui fa parte.

Si parla di alcune importanti Presidenze di Commissioni che a giugno saranno assegnate a Italia Viva.

Non trovo nulla di strano, è del tutto naturale che avendo 17 Senatori a luglio Italia Viva avrà una diversa rappresentanza nelle Commissioni Parlamentari.



Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
1 2
3 4 5 67 89
10 11 12 1314 1516
17 18 19 2021 22 23
2425 26 27 2829 30
31

Rassegna stampa