Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

Mirabelli: Dalla rabbia dei cittadini un voto di protesta, ora però la politica deve dare delle risposte

05 Marzo 2013




“Questa crisi sta producendo drammi molto significativi. C’è un’esasperazione profonda in molte famiglie di fronte alle pesanti situazioni economiche sia attuali che di prospettiva e serve una politica che sappia affrontare tutto ciò. Personalmente, credo che il fallimento della politica di questi anni sia stato quello di non aver saputo dare l’impressione di voler affrontare davvero questi problemi, a partire da quelli delle fasce più deboli di popolazione: ci siamo infilati spesso in ragionamenti macroeconomici sui grandi sistemi ma le persone in carne e ossa hanno bisogno di risposte”. Lo ha affermato Franco Mirabelli, senatore del Partito Democratico, nel corso di un dibattito televisivo.

 

“Capisco, quindi, la rabbia dei cittadini che poi si è scaricata in un voto di protesta, però, ora la politica deve assumersi la responsabilità di dare risposte. Dobbiamo dire, allora, se siamo disposti a metterci d’accordo per affrontare questi problemi e fare insieme alcune cose (gli 8 punti proposti da Bersani, ndr) oppure andiamo avanti a partire da questo disagio non per risolverlo ma per sfasciare tutto. Personalmente, ritengo che innanzitutto abbiamo bisogno di risolvere i problemi dei cittadini, a cominciare da quelli più deboli, perché credo che una politica responsabile debba partire da lì”, ha proseguito Mirabelli, commentando l’esito del voto e l’attuale situazione politica.

 

“Inoltre, la politica e la democrazia non sono un conclave ed è bene, quindi, che questa discussione si faccia alla luce del sole, in Parlamento, affinché i cittadini possano giudicare ciò che avviene. I governi che si sono succeduti fino a qui, in questi anni, li ha sempre eletti il ‘popolo’, non c’è stata un’autoriproduzione. Dopo di che ciascuno si assume le proprie responsabilità: non è che chi è già stato nelle istituzioni in precedenza ha delle responsabilità e chi arriva adesso non ne ha alcuna; chi arriva adesso si prende le stesse responsabilità degli altri, anche se si chiama Grillo”, ha concluso l’esponente PD, rispondendo alle provocazioni del Movimento Cinque Stelle. 


Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31

Rassegna stampa