Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

Sereni: bimbi ucraini profughi soli a rischio tratta

18 Marzo 2022

Intervista di Fan Page

"Il capo della Protezione civile Curcio ha nominato attraverso un'ordinanza di domenica scorsa la prefetta Ferrandino come commissario specifico delegato per i minori non accompagnati. Avrà il compito di censire con più precisione la natura di questi bambini, cioè dove sono, dove sono arrivati, e se sono orfani o meno, se sono bambini non accompagnati ma con delle famiglie che sono rimaste da un'altra parte. C'è bisogno di fare un lavoro di censimento molto preciso. C'è un movimento di personaggi non ben identificati che hanno liste di bambini, e cercano di accaparrarseli. Bisogna stare molto attenti, perché in questo momento i bambini non accompagnati possono anche essere 'venduti." Lo ha dichiarato a FanPage.it la viceministra agli Esteri Pd Marina Sereni, facendo il punto sul Tavolo sui minori dell'Ucraina, che presiede insieme alla ministra Elena Bonetti e rilanciando l'allarme che arriva dalle organizzazioni non governative che operano sul campo sulla presenza di fenomeni di tratta.
"L'importante per noi - ha detto Sereni- è fermare la guerra il prima possibile. Dobbiamo chiedere e continuare a chiedere alla Russia di Putin di fermarla. Tutti gli strumenti sono utili in questo momento; è stato utile ed è utile che continuino gli incontri in formato virtuale tra le due delegazioni. Si cominciano a identificare dei punti concreti sui quali discutere."
Inoltre, "25 milioni- ha affermato la Viceministra- sono la parte della Cooperazione allo sviluppo che è stata suddivisa in quattro blocchi: 6 milioni vanno all'Ukrainian Humanitarian Fund, 6 milioni vanno a Unicef, 8 milioni andranno all'Alto Commissariato per le Nazioni Unite per i rifugiati UNHCR e 5 milioni sono destinati al Comitato Internazionale della Croce Rossa".

Video dell'intervista di Fan Page


Ucraina: Sereni, Fase storica segnata dal ritorno della politica di potenza 

Ambiente: Sereni, fondamentale garantire ovunque l'accesso all'acqua a donne e ragazze 


Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31

Rassegna stampa