Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

Coronavirus: Sassoli a leader Ue, serve coraggio si' a Eurobond

26 Marzo 2020


Per fronteggiare la crisi economica che seguira' all'esplosione del coronavirus, "bisogna passare dalla prudenza al coraggio" e "servono strumenti nuovi", compreso gli Eurobond. Lo dice il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, rivolgendosi ai leader Ue che a breve si riuniranno in videoconferenza. "Sentiamo tutti il bisogno di passare dalla prudenza al coraggio e di mostrare la stessa determinazione di tutti coloro - medici, sanitari, volontari, lavoratori dei servizi essenziali - che sono in prima linea a salvare le vite dei nostri cittadini e a proteggere la nostra societa' - dice Sassoli - dobbiamo dimostrare ai nostri cittadini che l''Unione europea e' la risposta a questa emergenza e alla crisi che ne conseguira'". "Oltre a utilizzare misure esistenti - nate pero' in altri contesti e che quindi richiederanno un importante adattamento - occorre insieme lavorare a strumenti nuovi - continua Sassoli - riteniamo, come molti di voi, che sia necessario lavorare a un meccanismo comune di debito, emesso da una istituzione europea, che ci consentira' di raccogliere fondi sul mercato alle stesse condizioni per tutti e di finanziare le politiche necessarie per rilanciare l'Unione dopo la pandemia". "Nessuno deve tirarsi indietro. Tutti devono sentirsi impegnati a proteggere i nostri Paesi - conclude il presindete del Parlamento - questa crisi rivelera' la nostra reale capacita' di costruire il futuro dell'Europa oppure decretera' la sconfitta del progetto europeo. C'e' bisogno di leadership perche' la sfida non terminera' con la fine dell'emergenza attuale". 


Sassoli: bene Draghi, Paesi partano da stesso blocco partenza
'Quindi una condivisione del debito'
 
"Draghi ha ragione, c'è bisogno di uno strumento che metta oggi i nostri Paesi nella condizione di correre partendo dagli stessi blocchi di partenza, quindi una condivisione del debito". Lo ha detto il presidente del Parlamento europeo David 
Sassoli. "E' inutile chiedere ai nostri Paesi di spendere se poi dopo questo aumenterà il loro dissesto - aggiunge -. Abbiamo bisogno che sia l'Europa a fare in modo che queste diversità, in questo momento, non gravino sul futuro dei Paesi. Credo che abbia ragione Draghi a sostenere che oggi c'è bisogno di invenzione di strumenti di solidarietà nuovi".



Conronavirus: Sassoli, la democrazia non può essere sospesa

"La democrazia non puo' essere sospesa soprattutto nel mezzo di una crisi tanto drammatica". Lo ha detto il presidente del Parlamento europeo, David 
Sassoli, all'apertura della sessione. "Stiamo vivendo una situazione straordinaria ed inaspettata che ci ha condotto in queste settimane a prendere delle decisioni senza precedenti, anticipando spesso la rapida evoluzione delle circostanze con l'obiettivo di proteggere la salute dello staff e dei deputati ed allo stesso tempo garantire la vita democratica della nostra istituzione", ha spiegato Sassoli. "Abbiamo dovuto rallentare, certo. Ma non ci siamo fermati, perche' la democrazia non puo' essere sospesa soprattutto nel mezzo di una crisi tanto drammatica. E' nostro dovere anzi, proprio in questi tempi cosi difficili, essere al servizio dei nostri cittadini che tanto stanno soffrendo, dare loro una guida, una speranza per affrontare questo momento buio e quelli che verranno. Come legislatori noi abbiamo i mezzi, la possibilita' e il dovere di essere utili", ha detto Sassoli. "Solo garantendo la nostra funzione democratica e la continuita' dei lavori del Parlamento - ha spiegato Sassoli - possiamo rendere un servizio alle persone, alle nostre comunita' ed al personale sanitario che si sta sacrificando nelle corsie dei nostri ospedali in tutta l'Europa".


Coronavirus, Sassoli ai Deputati Ue: tempi difficili, dobbiamo essere utili


"Stiamo vivendo una situazione straordinaria ed inaspettata che ci ha condotto in queste settimane a prendere delle decisioni senza precedenti, anticipando spesso la rapida evoluzione delle circostanze con lobiettivo di proteggere la salute dello staff e dei deputati ed allo stesso tempo garantire la vita democratica della nostra istituzione. Abbiamo dovuto rallentare, certo. Ma non ci siamo fermati, perché la democrazia non può essere sospesa soprattutto nel mezzo di una crisi tanto drammatica. È nostro dovere anzi, proprio in questi tempi cosi difficili, essere al servizio dei nostri cittadini che tanto stanno soffrendo, dare loro una guida, una speranza per affrontare questo momento buio e quelli che verranno. Come legislatori noi abbiamo i mezzi, la possibilità e il dovere di essere utili". Lo ha detto David Sassoli, presidente del Parlamento europeo, rivolgendosi agli eurodeputati nel corso della plenaria straordinaria che si tiene oggi a Bruxelles.
"Oggi siamo qui vicini seppur lontani, riuniti con questo formato inedito, straordinario ma determinati a dare il nostro contributo nella lotta alla pandemia garantendo la nostra funzione democratica e la continuità dei lavori del parlamento perché è solo così che possiamo rendere un servizio alle persone, alle nostre comunità ed al personale sanitario che si sta sacrificando nelle corsie dei nostri ospedali in tutta Europa. Qualche giorno fa - ha aggiunto il presidente dell'Eurocamera - questo orribile virus ci ha colpito molto da vicino, ha portato via una giovane vita, un ragazzo che lavorava proprio qui con noi al Parlamento europeo. Alla famiglia del caro Giancarlo vanno le nostre più sentite condoglianze, cosi come vanno alle famiglie di tutte le persone che hanno perso la vita a causa del Covid-19".

"Voglio rivolgere infine un pensiero a tutte quelle persone che questo virus lo combattono quotidianamente con coraggio e determinazione, alle persone malate prima di tutto, al personale medico che in tutta Europa lavora senza sosta ed anche ai nostri cittadini che con il loro comportamento responsabile saranno decisivi per debellare questa pandemia. Cè bisogno di tutta la nostra collaborazione, e anche un po di pazienza, per far sì che questa giornata di plenaria cosi particolare ed atipica si possa svolgere serenamente, perché con le nostre decisioni potremmo dare ossigeno a chi è in prima linea per affrontare questa emergenza conclude Sassoli.



Coronavirus: Sassoli, nostro dovere essere al servizio dei cittadini che stanno soffrendo

Il presidente 
Sassoli ha ricordato che "qualche giorno fa questo orribile virus ci ha colpito molto da vicino, ha portato via una giovane vita, un ragazzo che lavorava proprio qui con noi al Parlamento europeo" e ha detto che "alla famiglia del caro Giancarlo vanno le nostre piu' sentite condoglianze cosi come vanno alle famiglie di tutte le persone che hanno perso la vita a causa del Covid 19". In conclusione, "voglio rivolgere un pensiero a tutte quelle persone che questo virus lo combattono quotidianamente con coraggio e determinazione, alle persone malate prima di tutto, al personale medico che in tutta Europa lavora senza sosta ed anche ai nostri cittadini che con il loro comportamento responsabile saranno decisivi per debellare questa pandemia", ha specificato Sassoli. "C'e' bisogno di tutta la vostra collaborazione e anche un po' di pazienza per far si' che questa giornata di plenaria cosi particolare ed atipica si possa svolgere serenamente, perche' le decisioni che prenderemo oggi saranno di sostegno per loro", ha concluso.


Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 1718
19 2021 22 23 24 25
26 27 28 29 30

Rassegna stampa